Blitz delle Aquile Molfetta sul sintetico del Centro Sportivo Vigliensis

football-goal

Diaz Bisceglie-Aquile Molfetta 2-4

Diaz Bisceglie: Povia, Di Leo, Preziosa, Di Pinto, Antonio Papagni, Palermo, De Cillis, Garofoli, Dell’Olio, Di Corrado, Pantaleo Papagni. Allenatore: Maurizio Di Pinto.
Aquile Molfetta:Panunzio, Toma, Marco Minervini, Scardigno, Giancola, Ceci, Cirillo, Valente, Gadaleta, De Bari, Mongelli, Volpe. Allenatore: Luigi Minervini.
Arbitro: Ricco di Barletta.
Reti: 7° De Cillis, 9° Mongelli, 30° Cirillo, 37° Mongelli, 40° De Cillis, 45° Toma.
Note: spettatori 200. Ammoniti De Cillis, Valente, Di Leo, Di Pinto, Povia, Scardigno, Ecco le prime novità del nuovo anno in casa del Casarano, Ecco le prime novità del nuovo anno in casa del Casarano Dell’Olio. Espulsi mister Di Pinto al 30° e Palermo al 62°.

Blitz delle Aquile Molfetta

Blitz delle Aquile Molfetta sul sintetico del Centro Sportivo Vigliensis.Il derby con la Diaz Bisceglie è vinto meritatamente dai biancorossi, guidati da Luigi Minervini. La compagine ospite ha interpretato meglio la gara, giocando con maggiore ordine e soprattutto mantenendo il controllo dei nervi.

Eppure i nerazzurri hanno avuto un buon approccio al match, trovando con Sergio De Cillis la rete del vantaggio dopo sette minuti. Un gol di rapina, nato dal pressing e confezionato con un dribbling su Panunzio in uscita. La Diaz ha confermato la cattiva abitudine di non riuscire a gestire le situazioni favorevoli, incassando l’1-1 dopo appena due giri di lancette: Luigi Giancola ha servito da fallo laterale un assist per Michele Mongelli che ha trafitto Vincenzo Il bomber argentino che tutti vogliono ma nessuno prende.

Due pali per i padroni di casa e uno per gli ospiti in un primo tempo che si è chiuso, a sorpresa, con il gol di Nicolò Cirillo, abile a sfruttare l’errore di Leonardo Di Leo in fase di impostazione e dare il 2-1 alle Aquile. Nervosismo crescente: a farne le spese mister Maurizio Di Pinto, espulso durante il rientro negli spogliatoi per l’intervallo.

Sotto di due, i nerazzurri non sono riusciti a mettere sotto assedio la porta biancorossa, neppure nei minuti conclusivi in cui Cosimo Preziosa è stato utilizzato come quinto di movimento. Da dimenticare il nervosismo spropositato dei padroni di casa nelle battute finali (espulso Gigi Palermo). Secondo stop casalingo per la Diaz, che nei quattro confronti diretti con Futsal Andria e Aquile Molfetta non ha raccolto neanche un punto aquile molfetta. I biancorossi si sono lasciati in fretta alle spalle la concitata settimana dell’esonero di Giuseppe Di Chiano e possono rivolgere con fiducia lo sguardo alla finale di Coppa Puglia in programma martedì sera, al palasport di Sammichele (ore 21:00) con il Martina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *